.

Scarica il listino completo

Marc Hebrart

Una vera chicca dalla Vallée de la Marne, un vanto e un onore per noi di Buongiornovino. Ci si mette poco a innamorarsi di questi Champagne: Jean Paul Hébrart, figlio di Marc e al timone dal 1997, non è solo un uomo colto e un bon vivant raffinato, un professionista coscienzioso e un vignaiolo esperto: è a nostro avviso un vinificatore geniale, che non lascia nulla al caso ma molto all'istintiva ispirazione del suo talento. Gli ettari in proprietà sono circa 14, distribuiti su vari comuni, tutti celeberrimi: Oiry, Chouilly, Avize, Aÿ, Hauvillers, Dizy e il "grand cru morale" Mareuil sur Aÿ, dove ha sede la cantina. Quest'ultimo è il comune dove giace la maggior parte dei vigneti aziendali, e come accennato è uno dei migliori Premier Cru della Champagne intera se non il migliore, classificato del resto nella nota scala percentuale con l'eloquente valutazione del 99% e sul cui territorio si trovano vigne di qualità suprema, come il Clos des Goisses di Philipponnat. Le vigne di Hébrart sono divise in 70 parcelle, per un totale di circa 100.000 bottiglie licenziate ogni anno. "Cerco l'equilibrio tra il frutto dei Pinot e la finezza dello Chardonnay" - ci ha detto. Missione compiuta anche quest'anno, a giudicare dalla qualità e dalla meravigliosa precisione dei vini, tutti in perfetto equilibrio grazie anche a dosaggi molto calibrati e sempre variabili, effettuati - aggiungiamo a margine con aggiunta di MCR, che è come noto circa 7 volte più caro dello zucchero. In conclusione, sono Champagne frutto di lunghe riflessioni e meditazioni profonde, ma nel bicchiere regalano spontaneità, energia, piacevolezza immediata, all'esperto come al curioso, e che risolvono il problema dell'abbinamento su qualunque piatto. Salvo che sui dolci, beninteso.

Nessun risultato.

Prova ad eseguire una nuova ricerca