.

Scarica il listino completo

Filtra per

Categorie

Categorie

Prezzo

Prezzo

Produttore

Produttore

Nazione

Nazione

Regione

Regione

Nome vino

Nome vino

Vitigno

Vitigno

Annata

Annata

Magnum

Condizione

.

Piedirosso Campi Flegrei Propolis 2011

Contrada Salandra

19,50 €
Tasse incluse
Quantità
Ultimi articoli in magazzino

Cod.:
794
Nazione:
Italia
Regione:
Campania
Vitigni:
Piedirosso 100%
Capacità:
75 cl
Grado alcolico:
13.5%
Bottiglia:
Bordolese
Zona:
Campi Flegrei (NA)
Tipologia:
Rosso Doc
Scheda produttore:
Contrada Salandra
Scheda tecnica:
Scarica

Ci sentiamo di affermare che con questo vino viene definitivamente posta la parola fine sull'antica convinzione che vede il Piedirosso come il fratello povero dell'Aglianico.
Peppino Fortunato qui ha voluto fortemente creare un vino che fosse tipico e che esprimesse su toni alti le sue caratteristiche: un Piedirosso "atipico" nella sua dichiarata e convinta tipicità, frutto di anni di osservazioni sul vitigno e su quello che è capace di offrire. Il Campi Flegrei Piedirosso Propolis, infatti, è stato prodotto fino ad ora solo nell'annata 2011, quella di maggior pregio degli ultimi anni, selezionando le migliori uve dei migliori ceppi della vigna; uve che sono state vendemmiate per ultime, agli inizi di novembre; si è operata una lunghissima macerazione sulle bucce che si è protratta per oltre 60 giorni; dopo un adeguato periodo di maturazione in acciaio e un lungo affinamento in bottiglia questo vino è uscito sul mercato nel febbraio del 2016, a più di 4 anni e mezzo di distanza dalla vendemmia, con una tiratura molto limitata (solo 2.200 bottiglie).
Il Propolis è fedele espressione del territorio ed una interpretazione molto spinta del Piedirosso; si presenta con un bel rubino di buona concentrazione, dai profumi intensi e nitidi e un quadro aromatico molto elegante, raccontato da ricordi di ciliegia sotto spirito, melograno, macchia mediterranea, geranio, note balsamiche, sbuffi speziati che portano con sé toni di pepe, affumicati e cioccolato; ben equilibrato, asciutto e di buon corpo, anche tannico e dal finale lungo e coerente; un vino che ci piace tanto, e che ci piacerebbe anche aspettare tra qualche anno per le grandi potenzialità che mostra. Sul significato del nome ricordiamo che Peppino, che tra le altre cose è anche abile apicolture, conosce bene il propoli; dalla sostanza resinosa che le api prelevano dai tronchi di albero, con l'elaborazione per masticazione di bocca in bocca, viene prodotta questa sostanza disinfettante e solidificata: le api la usano nella costruzione dell'alveare, per l'uomo gli usi sono molteplici.

Dallo stesso produttore